Development mode

MR 517/1

DesignLudwig Mies van der Rohe, 2019

Il tavolo d’appoggio MR 515: la complessità delle cose semplici

A cent’anni dalla nascita del Bauhaus vogliamo riscoprireil tavolo d’appoggio rotondo MR 515, classico versatile di Ludwig Mies van der Rohe, proponendolo in una veste tutta nuova. Il modello originario, presentato per la prima volta nel catalogo del 1935, è rivisitato in chiave moderna e disponibile con telaio in tubolare d’acciaio e piano in vetro. Il tavolo viene fatto risalire agli anni intorno al 1928, periodo in cui Mies van der Rohe progetta la casa Esters e la casa Lange a Krefeld.

 

Partendo da una lettura nuova del modello originario, lo Studio Besau Maguerre ha ideato altre interpretazioni del tavolo MR 515. Le creazioni realizzate hanno saputo cogliere in modo esemplare l’eleganza di questo classico dell’arredamento, coniugando destinazioni d’uso moderne e dettagli tecnici con uno spirito contemporaneo. Marcel Besau ed Eva Marguerre hanno voluto rimanere fedeli alla serie originaria di tavoli, lasciando ai dettagli il compito di fare la differenza. Sono intervenuti con modifiche tecniche e al contempo sofisticate, rendendo ad esempio particolarmente elegante l’incrocio delle gambe sotto il piano in vetro. Partendo da uno studio dei modelli archetipici del tavolo hanno poi deciso di riprendere la possibilità di aggiungere un secondo piano, in modo da rendere più fruibile e confortevole il tavolo.


Tavolini d’appoggio in diverse dimensioni, telaio in tubolare d’acciaio cromato o laccato nero con piano in vetro temperato trasparente o grigio.


Designer

Mostra dettagli
Ludwig Mies van der Rohe

Ludwig Mies van der Rohe

Ludwig Mies van der Rohe nasce ad Aquisgrana nel 1886 e, a soli 22 anni, entra a far parte dello studio di architetti di Peter Behrens dove incontra Walter Gropius e Le Corbusier. Grazie al suo progetto di un grattacielo in vetro sulla Friedrichstraße nei pressi della stazione a Berlino, diventa presto uno dei protagonisti dell'edilizia innovativa che si contraddistingue per l'uso del vetro e dell'intelaiatura metallica. Dal 1925 è responsabile della direzione artistica del Deutscher Werkbund. Nel 1927, sotto la sua direzione, viene costruita il quartiere di Weißenhof a Stoccarda. Nel 1930 Mies van der Rohe viene nominato da Walter Gropius direttore del Bauhaus di Dessau, che fu costretto poi a chiudere il 10 agosto 1933 sotto le pressioni della NSDAP. Emigra quindi negli Stati Uniti e, nel 1938, viene chiamato a Chicago dove gli viene offerta la direzione del dipartimento di architettura presso l'Armour Institute. Diventa uno degli architetti più influenti a livello internazionale. Le sue opere con tralicci d'acciaio e immense superfici vetrate, come il Seagram Building di New York (1958) o la Nationalgalerie di Berlino (1968), rappresentano due punte di eccellenza della moderna architettura. I mobili da lui ideati sono nati per lo più in stretta correlazione con le sue opere architettoniche. Ludwig Mies van der Rohre muore nel 1969 a Chicago.

Dimensioni

Mostra dettagli
Development mode